Lover Ability

Il progetto, incentrato sulla difesa del benessere e dei diritti delle persone, è l’introduzione della figura dell’assistente all’emotività affettiva e sessuale per persone disabili o con patologie invalidanti.

Per denunciare l’assenza di questo diritto e di dibattito, abbiamo deciso di compiere un’azione nonviolenta di (dis)obbedienza civile assieme ai Radicali di Parma. Gianluca, colpito da una patologia invalidante, ha espresso la volontà di vivere la sua prima esperienza sensuale ed erotica, la cui assenza amplificava la sua disabilità con la mancanza di autostima.

il-desiderio-di-gianluca
il-desiderio-di-gianluca

Per aiutarlo, siamo stati obbligati ad accedere al mercato illegale della prostituzione per realizzare un desiderio ed un bisogno di vivere normali emozioni umane.

Per denunciare l’assenza di questo diritto e di dibattito, abbiamo deciso di compiere un’azione nonviolenta di (dis)obbedienza civile assieme ai Radicali di Parma.

Il tema del sesso e disabilità, è oscurato in Italia da oggettive difficoltà culturali, pregiudizi e stereotipi che coinvolgono tutti i generi e orientamenti sessuali.

Con questa iniziativa vogliamo promuovere la discussione e l’approvazione di una legge regionale per l’assistenza emotiva affettiva e sessuale per persone disabili o con patologie invalidanti che preveda l’istituzione di operatori all’emotività, all’affettività e alla sessualità (OEAS) formati e supervisionati dall’amministrazione pubblica

La negazione della sessualità in genere è data in Italia da oggettive difficoltà culturali come la scelta di non parlare di educazione sessuale a scuola, i pregiudizi e gli stereotipi che coinvolgono tutti gli orientamenti sessuali. 

Bisogna che la cultura e la società italiana siano educate alla sensibilità e alla tenerezza per comprendere cosa rappresentino gli operatori di cui stiamo parlando, e questo sia per la tutela dei disabili nell’opinione pubblica, che per l’intera società.